TORINO-LECCE 1-2, IL TABELLINO E LE PAGELLE

Vincenzo Imbriani 17 settembre 2019 0 52 Visite Totali
TORINO-LECCE 1-2, IL TABELLINO E LE PAGELLE

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Djidji, Bonifazi; De Silvestri (79′ Laxalt), Baselli (72′ Verdi), Rincon, Meité, Ola Aina; Berenguer (46′ Zaza), Belotti.

Allenatore: Mazzarri

 

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Rispoli, Rossettini, Lucioni, Calderoni; Tabanelli, Tachtsidis, Majer (81′ Shakhov); Falco; Farias (63′ Mancosu), Lapadula (63′ Babacar).

Allenatore: Liverani

 

Arbitro: Giua

 

MARCATORI: 35′ Farias (L), 58′ Belotti (T) (r.), 73′ Mancosu (L).

 

AMMONITI: 15′ Rossettini (L), 18′ Lucioni (L), 40′ Berenguer (T), 45′ Farias (L), 50′ Lapadula (L), 56′ Tabanelli (L), 88′ Rispoli (L).

 

STADIO: Olimpico Grande Torino, 21.620 spettatori.

 

LE PAGELLE DEL TORINO: SIRIGU 6: incolpevole sui gol, compie un grande intervento su Mancosu. IZZO 6,5: uomo-reparto, contiene gli attacchi avversari che raramente passano dal suo lato. DJIDJI 5,5: attento in gran parte delle operazioni di contenimento ma non appare ben posizionato in occasione dei gol. BONIFAZI 5: male il giovane centrale granata che soffre spesso le incursioni avversari, lascia sfuggire Falco in occasione del gol del vantaggio. DE SILVESTRI 6,5: il più pericoloso dei suoi con diversi colpi di testa che impensieriscono e non poco i salentini. LAXALT 6: scampoli di partita e un bel taglio sulla sinistra per l’uruguayano a pochi minuti dalla fine. BASELLI 5,5: prova a creare spazio ma i suoi tentativi sono nulli di fronte al muro pugliesi. VERDI 6: entrato nella ripresa, ci prova con uno dei suoi classici tiri a giro ma Gabriel risponde a dovere. RINCON 5: in continua balia delle avanzate dei giallorossi, appare notevolmente fuori ritmo. MEITÉ 5: molto confuso, si perde Mancosu in occasione dell’ 1-2. OLA AINA 5: prestazione negativa dell’ex Chelsea che compie diversi errori sia in avanti che nelle operazioni difensive. BERENGUER 5: 45 minuti anonimi per il trequartista che conclude un brutto primo tempo con un’ammonizione. ZAZA 6: procura il rigore dell’1-1 e serve un buon passaggio a Belotti che va vicino al gol.Per il resto non incide come nelle precedenti uscite. BELOTTI 6,5: grinta da grande attaccante e giusta freddezza sul penalty del momentaneo pareggio. MAZZARRI 5: la sua squadra sembra aver sottovalutato l’impegno fin dai primi minuti, disputando una delle più brutte gare degli ultimi anni. Inaspettata battuta d’arresto dopo un grande agosto. Ora i granata dovranno recarsi sull’insidioso terreno di Genova contro la Sampdoria, altra squadra in cerca di punti.

LE PAGELLE DEL LECCE: Gabriel 6,5: sicuro su un rasoterra di Belotti e attento su un tiro a giro di Verdi. É anche lui determinante per il risultato finale. RISPOLI 5,5: bene davanti ma molto sofferente dietro, rischia di causare un fallo da rigore in un paio d’occasioni di cui una allo scadere. ROSSETTINI 6: ammonito per essersi lasciato sfuggire Belotti intorno al primo quarto d’ora, si riscatta successivamente respingendo le avanzate granata. LUCIONI 7: insuperabile. Dalle sue parti é molto difficile passare anche per una grande punta come Belotti. CALDERONI 7: un vero e proprio motorino sulla sinistra che disorienta senza sosta la retroguardia piemontese, da una sua conclusione dai 25 metri nasce il gol di Mancosu. TABANELLI 5,5: titolare per la prima volta in questo campionato, svolge bene i compiti d’impostazione ma é reo di trattenere Zaza, causando il rigore dell’1-1. TACHTSIDIS 6,5: finalmente il vero gigante greco. Fa valere il suo fisico dando tanta sostanza al centrocampo ma anche qualità con alcuni pericolosi filtranti. MAJER 7: stakanovista. Nulla sembra fermarlo, dimostrandosi una continua spina nel fianco dell’undici di Mazzarri. SHAKHOV S.V.: entra al posto di Majer per gestire il risultato. FALCO 8: di un altro livello, semplicemente di un altro livello. Protagonista di numeri fantastici, é il vero top player di questo Lecce. Una sua accelerazione genera il primo gol ma non si ferma qui, martellando continuamente Ola Aina e Bonifazi. FARIAS 6,5: apre le marcature ribadendo in rete un pallone respinto da Sirigu su conclusione di Falco. Per il resto, tanta corsa al servizio della squadra fino al momento del cambio. MANCOSU 7: non ha ancora i 90 minuti nelle gambe ma quando gioca sa essere sempre pericoloso o nel servire i compagni o nel concludere in porta come nella partita odierna in cui trafigge Sirigu regalando la prima vittoria del campionato ai salentini. LAPADULA 5,5: ci prova con un tiro da fuori ma il tentativo si spegne a lato. Tanta aggressività ma poca concretezza. BABACAR 6,5: una buona mezz’ora nel suo debutto giallorosso. Anche dopo l’1-2, esorta i suoi a non chiudersi per provare a sigillare definitivamente il risultato. LIVERANI 7,5: una vittoria di carattere in cui il Lecce mostra il suo calcio dopo la brutta prestazione con il Verona. Il duo difensivo regge bene gli urti avversari mentre il centrocampo dà man forte all’attacco trovando come raccordo un fondamentale giocatore come Falco. Serviva una degna reazione ed é avvenuta con una gara nettamente al di sopra delle aspettative.

Marco Seclì