PARMA-LECCE 2-0, IL TABELLINO E LE PAGELLE

Vincenzo Imbriani 14 gennaio 2020 0 75 Visite Totali
PARMA-LECCE 2-0, IL TABELLINO E LE PAGELLE

 PARMA (4-3-3): Sepe; Darmian; Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Grassi (76′ Scozzarella), Hernani (83′ Gervinho), Kucka; Kurtic, Inglese(70′ Cornelius), Kulusevski.

Allenatore: D’Aversa

 

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Donati, Rossettini, Lucioni, Dell’ Orco; Petriccione, Tachtsidis, Deiola (87′ Rispoli); Mancosu (63′ Lapadula); Babacar (78′ Vera), Falco.

Allenatore: Liverani

 

Arbitro: Fabbri

 

MARCATORI: 57′ Iacoponi (P), 72′ Cornelius (P)

 

AMMONITI: 33′ Hernani (P), 41′ Petriccione (L), 58′ Liverani (L), 63′ Inglese (P), 80′ Bruno Alves (P), 82′ Darmian (P)

 

STADIO: Ennio Tardini, 22.352 spettatori

 

LE PAGELLE DEL PARMA:  SEPE 6: reattivo sulle poche chances dei salentini. DARMIAN 6: fa valere la sua esperienza nel recupero della sfera. IACOPONI 7: apre le marcature di testa e garantisce sicurezza per tutti i 90 minuti. La prova di oggi spiega perchè è inamovibile per D’Aversa. BRUNO ALVES 5,5: corre più di un rischio soprattutto in seguito al vantaggio dei suoi. GAGLIOLO 6,5: terzino, esterno e ala. Un continuo vai e vieni sulla sinistra. Una sua deviazione su Mancosu vale un gol. GRASSI 6: senza infamia e senza lode, opera caparbiamente a centrocampo. SCOZZARELLA 6: un quarto d’ora di sacrificio per salvaguardare il parziale. HERNANI 6: partenza negativa con un’ammonizione intorno alla mezz’ora. Nella ripresa serve Iacoponi per l’1-0 con un tocco delizioso dalla bandierina. KUCKA 6,5: la rete di Cornelius è preceduta da un suo buon colpo di testa che si stampa sulla traversa. Offre grande dinamismo tra mediana e trequarti. KURTIC 7: grande esordio per l’ex Spal. Quasi imprendibile con la palla tra i piedi, è autore di una serie di filtranti velenosi. Da un suo cross nasce il raddoppio ducale. INGLESE 5: non al massimo della condizione, è spesso pescato in fuorigioco senza mai essere effettivamente pericoloso. CORNELIUS 7: gli bastano 2 minuti per farsi trovare pronto in area per spaccare la porta. 20 minuti da centravanti purosangue. KULUSEVSKI 6,5: male nella prima frazione, cresce nella ripresa e con lui conseguentemente la manovra del Parma. D’AVERSA 6,5: si giunge al giro di boa con un clamoroso settimo posto, frutto di cinismo e qualità. Si può ambire a traguardi più importanti.

 

LE PAGELLE DEL LECCE: GABRIEL 6: zero responsabilità sulle reti subite. DONATI 6: partita nella norma, buon intercettatore anche se, in certi casi, dimentica l’uomo da marcare. LUCIONI 5: su entrambe le reti non marca i rispettivi realizzatori. ROSSETTINI 5,5: sul 2-0 lascia solo Kucka, dando vita al raddoppio. DELL’ORCO 5: molto confuso e impacciato, sbatte su Kulusevski per tutto il secondo tempo. PETRICCIONE 6,5: il fulcro del centrocampo. Legge molto bene i movimenti dei compagni, permettendo ai giallorossi di creare qualche insidia. TACHTSIDIS 4,5: si perde il conto delle palle perse e dei passaggi sbagliati. DEIOLA 5,5: debutto in giallorosso da rivedere. È evidente la poca alchimia con i nuovi compagni. RISPOLI SV: minutaggio ristretto, gioca a risultato definito. MANCOSU 6: ha la sue occasioni ma spara prima addosso a Sepe e, qualche minuto dopo, Gagliolo gli devia una potente conclusione in area LAPADULA 6,5: la traversa gli si oppone a un gol che avrebbe meritato di siglare. Nonostante la pessima condizione, è uno dei più pericolosi. BABACAR 5: perde costantemente il controllo del pallone in fase d’attacco. Appare più volte fuori posizione. VERA 5,5: gioca avanzato ma fa troppo poco per poter incidere. FALCO 6,5: i suoi numeri su ambo le fasce sono un’importante risorsa per i salentini ma il muro degli emiliani non cade per terra. LIVERANI 5,5: un’altra sconfitta ma gli spunti offensivi non mancano. Purtroppo la zona retrocessione è dietro l’angolo e il calendario non promette nulla di buono.