LECCE-SPAL 2-1, IL TABELLINO E LE PAGELLE

Vincenzo Imbriani 16 febbraio 2020 0 85 Visite Totali
LECCE-SPAL 2-1, IL TABELLINO E LE PAGELLE

 LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Donati, Lucioni, Rossettini, Calderoni (85′ Dell’Orco); Majer, Deiola, Barak; Mancosu (79′ Paz); Lapadula, Falco (34′ Shakhov).

Allenatore: Liverani

 

SPAL (4-3-3): Berisha; Cionek, Bonifazi, Zukanovic, Reca; Missiroli (72′ Strefezza), Valdifiori, Castro (86′ Floccari); Di Francesco, Petagna, Valoti.

Allenatore: Di Biagio

 

Arbitro: Guida

 

MARCATORI: 41′ Mancosu (rigore) (L), 47′ Petagna (S), 66′ Majer (L)

 

AMMONITI: 16′ Majer (L), 20′ Di Francesco (S), 39′ Bonifazi (S), 43′ Deiola (L), 45′ Calderoni (L), 61′ Valdifiori (S), 62′ Lapadula (L), 92′ Shakhov (L)

 

STADIO: Via del Mare, 24.129 spettatori

 

LE PAGELLE DEL LECCE: VIGORITO 6,5: non perfetto nella presa ma determinante per la vittoria. DONATI 7: si muove come un running back tra gli avversari, il posto da titolare è ormai fisso. LUCIONI 6: lavoro ordinario senza errori clamorosi. ROSSETTINI 5,5: si lascia sorvolare da Petagna sulla rete del momentaneo pareggio e si fa superare in velocità in un paio di occasioni nella ripresa. CALDERONI 6,5: non fa mai mancare il suo supporto offensivo. Si spera che l’infortunio sia di lieve entità. DELL’ORCO SV: 10 minuti di sacrificio per conseguire il risultato. MAJER 7: provoca il rigore, è glaciale sul gol e costantemente aggressivo sulla mediana. Infermabile. DEIOLA 5,5: sbaglia diversi fraseggi rischiando di causare alcuni contropiedi. BARAK 6: recupera bene ma imposta male. Non il miglior Barak. MANCOSU 7: freddo dal dischetto e nel servire l’assist a Majer. Si destreggia con eleganza sulla trequarti. PAZ 6: intercetta a dovere nel finale della partita. LAPADULA 6: non incide come a Napoli ma il suo pressing sui centrali è comunque di vitale importanza. FALCO SV: si infortunia intorno alla mezz’ora, poco per giudicarlo. SHAKHOV 5,5: sembra spesso estraneo ai movimenti di squadra, migliora sul finale di gara. LIVERANI 7: terza vittoria consecutiva e +10 sull’ultimo posto. Questa serie di risultati utili permette di affrontare il successivo tour de force.

 

LE PAGELLE DELLA SPAL: BERISHA 6: esente da colpe sui gol subiti. CIONEK 6: prova sufficiente in cui non sfigura. BONIFAZI 5: si dimentica spesso Lapadula ed entra col piede a martello su Majer, causando il rigore di Mancosu. Gara sottotono. ZUKANOVIC 5,5: non male quanto il compagno di reparto ma non interviene su Mancosu sul 2-1. RECA 6: spinge sulla sinistra, creando diverse insidie a favore degli estensi. MISSIROLI 5,5: si muove decentemente in avanti ma compie diversi errori in copertura. STREFEZZA 6,5: ha un grande impatto sulla gara, solo un grande Vigorito gli nega la gioia della marcatura. VALDIFIORI 6: silenzioso ma dilingente nell’operare sulla mediana. CASTRO 6: gioca una buona ripresa, andando vicino al gol, dopo un primo tempo lento e macchinoso. FLOCCARI SV: il suo ingresso nel finale non cambia le sorti dell’incontro. DI FRANCESCO 6,5: sa individuare con facilità la giusta strada negli spazi stretti. Sfiora un bel gol in rovesciata. PETAGNA 6,5: nono gol stagionale con un grande stacco di testa. Senza di lui oggi la Spal avrebbe una classifica ancora più catastrofica. VALOTI 5,5: poco risolutivo nelle proiezioni offensive, appare più adatto a operare arretrato. DI BIAGIO 5,5: la sconfitta odierna è forse un sigillo per la futura retrocessione. Di buono si evince una squadra che non ha sfigurato in una trasferta molto difficile.

Marco Seclì