LECCE-ROMA 0-1 IL TABELLINO E LE PAGELLE

Vincenzo Imbriani 30 settembre 2019 0 46 Visite Totali
LECCE-ROMA 0-1 IL TABELLINO E LE PAGELLE

6° GIORNATA SERIE A DOMENICA 29 SETTEMBRE 2019 ORE 15:00 STADIO “VIA DEL MARE” “LECCE-ROMA”

 

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Rispoli, Lucioni, Rossettini, Calderoni; Petriccione, Tachtsidis (63′ Imbula), Majer; Mancosu (52′ Shakhov); Falco, Babacar (76′ La Mantia).

Allenatore: Liverani

 

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Florenzi (77′ Spinazzola), Mancini, Smalling, Kolarov; Diawara, Veretout; Mkhitaryan (87′ Cristante), Pellegrini (71′ Zaniolo), Kluivert; Dzeko.

Allenatore: Fonseca

 

Arbitro: Abisso

 

MARCATORI: 56′ Dzeko (R)

 

AMMONITI: 18′ Pellegrini (R), 25′ Mkhitaryan (R), 49′ Smalling (R), 79′ Lucioni (L), 84′ Rispoli (L), 95′ Cristante (R)

 

STADIO: Via del Mare, 26.044 spettatori

 

LE PAGELLE DEL LECCE

GABRIEL 6: molto incerto sull’iniziale tiro di Kolarov e sul gol. Si riscatta con una grande parata sul penalty del serbo. RISPOLI 5,5: alcuni sprazzi di buone spinte alternate a diverse disattenzioni in retroguardia. LUCIONI 5,5: monumentale per tre quarti di gara ma causa il rigore del poi mancato 0-2 dei romani. ROSSETTINI 6: contiene a dovere le avanzate avversarie. CALDERONI 6,5: un cavallo sulla fascia, salva inoltre sulla linea su colpo di testa di Mancini. PETRICCIONE 6: muove la palla elegantemente offrendo dei buoni palloni ai compagni. Non bene nella battuta dei calci piazzati. TACHTSIDIS 6,5: imposta e respinge con il carattere di un giocatore degno della categoria. IMBULA 5,5: prova a far avanzare i suoi ma cerca spesso di fare tutto da solo vanificando alcuni contropiedi della sua squadra. MAJER 5,5: partita leggermente sottotono per lo sloveno che non contiene Mkhitaryan in occasione dello 0-1. MANCOSU 6,5: 50 minuti di gioco in cui il capitano spinge senza freno cercando più di una volta la conclusione in porta. SHAKHOV 5: sembra fuori degli schemi, rallenta il gioco dei salentini. FALCO 6,5: quando la sfera é tra i suoi piedi, la squadra di Fonseca fa grande fatica a bloccare le sue incursioni. BABACAR 6,5: nonostante non riesca a segnare, fa una partita di grande sacrificio dando vita ad alcuni contropiedi. Un pò timido sottoporta. LA MANTIA S.V.: pochi minuti di gioco per il centravanti. LIVERANI 6: un Lecce stoico che cada a testa alta contro una squadra blasonata. C’è poco da rimproverare, i giallorossi fanno il possibile e tengono vivo il match fino alla fine.

LE PAGELLE DELLA ROMA

PAU LOPEZ 6: sempre attento nei pochi tiri nello specchio. FLORENZI 5,5: non positiva la prestazione del capitano giallorosso che soffre costantemente i movimenti di Babacar. SPINAZZOLA S.V.: subentra giocando in posizione arretrata per difendere lo 0-1. MANCINI 6: solida prova dell’ex-Atalanta che sfiora il gol di testa nel primo tempo. SMALLING 6,5: contrasta bene e imposta diverse azioni come un vero e proprio mediano. KOLAROV 5: bene in avanti ma vacilla dietro. Il rigore sbagliato lo relega tra i peggiori. DIAWARA 6: sufficiente il mediano ex- Napoli che offre dei buoni passaggi per il reparto offensivo. VERETOUT 5,5: più in difficoltà rispetto a Diawara, non riesce a prendere le redini della metà campo. MKHITARYAN 6,5: non bene nel primo tempo, nella ripresa si libera di Majer crossando per Dzeko che insacca alle spalle di Gabriel. CRISTANTE 5,5: una decina di giri d’orologio culminati con un’ammonizione. PELLEGRINI 6: non incide come in altre occasioni, ma non manca la sua qualità a centrocampo. ZANIOLO 6: ha un grande impatto con il match ma si divora un’azione da gol colossale che finisce tra le braccia di Gabriel. KLUIVERT 7: il vivaio dell’ Ajax produce giovani di grande valore e l’olandese lo ha voluto dimostrare con una prestazione superlativa. Corsa e dribbling da vero talento che Rispoli non riesce a bloccare. É dai suoi piedi che parte l’azione del gol. DZEKO 7: partita da poderoso numero 9. La sua presenza é una continua minaccia per i leccesi e da grande rapace d’area trafigge di testa su un bel cross di Mkhitaryan. FONSECA 6,5: vittoria e porta inviolata. Nonostante la tanta sofferenza, la Lupa si rialza dopo il brutto ko interno contro l’Atalanta. Servirà maggiore cattiveria per il prossimo impegno in Europa League contro il Wolfsberger.

Marco Seclì