LECCE-CAGLIARI 2-2, IL TABELLINO E LE PAGELLE

Vincenzo Imbriani 26 novembre 2019 0 63 Visite Totali
LECCE-CAGLIARI 2-2, IL TABELLINO E LE PAGELLE

 LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Rispoli (88′ Dubickas), Lucioni, Rossettini (57′ Meccariello), Calderoni; Petriccione, Tachtsidis, Tabanelli; Shakhov (69′ Farias); Lapadula, La Mantia.

Allenatore: Liverani

 

CAGLIARI (4-3-2-1): Olsen; Cacciatore, Pisacane, Klavan, Lykogiannis; Nandez, Cigarini, Rog (87′ Mattiello); Nainggolan (87′ Rafael), Joao Pedro; Simeone (76′ Ionita).

Allenatore: Maran

 

Arbitro: Mariani

 

MARCATORI: 30′ Joao Pedro (rigore) (C), 67′ Nainggolan (C), 83′ Lapadula (rigore) (L), 91′ Calderoni (L)

 

AMMONITI: 21′ Lykogiannis (C), 50′ pt Rog (C), 68′ Petriccione (L), 95′ Farias (L)

 

ESPULSI: 81′ Cacciatore (C), 85′ Olsen (C), 86′ Lapadula (L)

 

STADIO: Via del Mare, 21.435 spettatori

 

 

LE PAGELLE DEL LECCE: GABRIEL 6: esente da colpe sui gol. RISPOLI 6,5: si spinge spesso avanti e lo fa bene. Numerose occasioni provengono dalla sua fascia. DUBICKAS SV: 10 minuti che gli valgono l’esordio in campionato. LUCIONI 5,5: copre a dovere ma sbaglia un paio di volte ad impostare, generando due contropiedi dei sardi. ROSSETTINI 6,5: provvidenziale nell’intercettare i filtranti avversari, una sicurezza. MECCARIELLO 6: subentra a Rossettini, non corre particolari rischi. CALDERONI 6,5: l’uomo del destino. Dopo 90 minuti altalenanti, raccoglie un filtrante di Tachtsidis, trafiggendo Rafael. Terzo gol in campionato, anche questo decisivo. PETRICCIONE 6: ha tutte le armi per fare bene ma tende ad alternare buone giocate ad un eccessivo individualismo. TACHTSIDIS 6: una partita insufficiente fino al 91esimo quando pesca Calderoni per il 2-2. TABANELLI 4,5: prestazione disastrosa: un suo errore mette Joao Pedro a tu per tu con Gabriel, una sua respinta provoca la rete di Nainggolan mentre nel finale si divora un gol a porta vuota. SHAKHOV 5,5: difficile da giudicare. La sua presenza sulla trequarti sembra ininfluente. FARIAS 7: 20 minuti di instancabile corsa sulla sinistra. Il suo dinamismo permette la rimonta dei suoi. LAPADULA 6: freddo dal dischetto, ingenuo nel farsi coinvolgere in una rissa con Olsen. LA MANTIA 6,5: molto sfortunato. Solo un grande colpo di reni di Olsen gli impedisce di segnare. LIVERANI 7: quando tutto sembra finito, il suo Lecce risorge grazie soprattutto all’inserimento di Farias. Con questa mentalità, la squadra sarà un osso duro per chiunque.

 

LE PAGELLE DEL CAGLIARI: OLSEN 5: due grandi interventi non possono omettere la sua oscena reazione all’1-2 che gli provoca l’espulsione e probabilmente una lunga squalifica. CACCIATORE 4,5: il suo gesto da pallavolista apre le porte alla rimonta dei salentini. PISACANE 5,5: soffre in diverse situazioni la presenza di La Mantia. KLAVAN 6: partita senza evidenti sbavature per l’ex-Liverpool. LYKOGIANNIS 5: ammonito in partenza, si lascia superare con facilità dall’attacco giallorosso. NANDEZ 5,5: un piccolo passo indietro per El Leon rispetto alle ultime gare. Non riesce a mettere in atto la sua qualità sulla mediana. CIGARINI 6: solida gara per il centrocampista che opera caparbiamente. ROG 6,5: falloso ma efficace. Una fonte importantissima nel recupero del pallone. MATTIELLO SV: pochi minuti di gara al posto di Rog. NAINGGOLAN 7: comandante. Le sue giocate sono quelle di un giocatore di un altro livello. Il gol dello 0-2 é un suo marchio di fabbrica. RAFAEL SV: non può nulla sulla conclusione di Calderoni. JOAO PEDRO 6,5: sblocca la partita dagli 11 metri per poi divorarsi una ghiotta occasione a tu per tu con Gabriel. I suoi scatti sono difficili da fermare. SIMEONE 5: prestazione anonima del Cholito che non riesce a rendersi minimamente pericoloso. IONITA 5,5: il suo ingresso non é utile per consolidare il risultato. MARAN 5,5: sembrava una vittoria già scritta e invece i sardi perdono la bussola restando in 9 nell’arco di meno di 5 minuti, facendosi acciuffare nel recupero. Il talento dei giocatori non si discute, bisognerà lavorare sull’aspetto psicologico.

 Marco Seclì