ATALANTA-LECCE 3-1 , IL TABELLINO E LE PAGELLE

Vincenzo Imbriani 6 ottobre 2019 0 48 Visite Totali
ATALANTA-LECCE 3-1 , IL TABELLINO E LE PAGELLE

7° GIORNATA SERIE A DOMENICA 6 OTTOBRE 2019 ORE 15:00  GEWISS STADIUM “ATALANTA-LECCE”

 

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Djimsiti, Kjaer (69′ Toloi), Palomino; Castagne, De Roon, Freuler, Gosens; Gomez; Ilicic (74′ Malinovskiy), Zapata (58′ Muriel).

Allenatore: Gasperini

 

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Rispoli, Rossettini, Lucioni, Calderoni; Petriccione (55′ Farias), Imbula (86′ Vera), Majer; Mancosu; Falco, La Mantia (60′ Babacar).

Allenatore: Liverani

 

Arbitro: Di Bello

 

MARCATORI: 35′ Zapata (A), 40′ Gomez (A), 56′ Gosens (A), 87′ Lucioni (L)

 

AMMONITI: 62′ Lucioni (L), 63′ Kjaer (A), 74′ De Roon (A), 89′ Rispoli (L)

 

STADIO: Gewiss Stadium, 20.771 spettatori

 

LE PAGELLE DELL’ATALANTA: GOLLINI 6: attento nei pochi interventi in cui é coinvolto, non ha colpe sul gol subito. DJIMSITI 6,5: dalle sue parti é difficile trovare spazio. Buona prova dell’albanese alla ricerca di un posto fisso nel trio difensivo. KJAER 6,5: esperienza al comando per 69 minuti in cui l’ex Palermo sfrutta il suo imponente fisico vincendo il duello con La Mantia. TOLOI 5,5: subentra a Kjaer per controllare il risultato ma ha delle colpe in occasione del gol subito. PALOMINO 6: partita di spessore del brasiliano che compie il suo unico errore sul 3-1. CASTAGNE 6: sufficiente prestazione segnata da buone avanzate alternate ad alcuni errori nell’impostare il passaggio. DE ROON 6,5: un giusto mix tra tecnica e fisicità che crea diversi problemi al centrocampo giallorosso. FREULER 7: gioca sulla mediana ma mette spesso in risalto le sue qualità da trequartista dialogando senza sosta con i compagni. GOSENS 7,5: difende con autorevolezza, serve l’assist a Zapata per aprire le marcature ed é l’autore del terzo gol. La partita odierna lo proietta ancor di più tra i migliori terzini del campionato. GOMEZ 8: un mago. Semina il panico tra Lucioni e Rossettini agendo prima dietro le punte e in seguito in tandem con Ilicic ma trovando sempre il modo di creare pericoli. Il gol del 2-0 é uno dei suoi marchi di fabbrica. ILICIC 7: non segna ma ci va molto vicino con una buona conclusione sul secondo palo intercettata da Gabriel. Offre l’assist a Gomez per la seconda rete e garantisce costanti movimenti per tutta la partita. MALINOVSKIY 6: 20 minuti di gioco per l’ucraino che opera bene sulla trequarti. ZAPATA 7,5: sensazionale. Appare in giornata fin dall’inizio superando facilmente Lucioni. Dopo aver segnato in Champions, lascia il segno anche in campionato con il sesto gol in sette partite con cui trafigge Gabriel. Lascia spazio a Muriel nella ripresa. MURIEL 6,5: positivo match dell’ex di giornata che, anche senza prender parte alle marcature, sfiora la rete in diverse occasioni. GASPERINI 7: una vittoria che consolida maggiormente i bergamaschi nelle parti alte della classifica. Il suo 3-4-1-2 é dominante fin dai primi minuti e spegne in poco tempo le speranze dei salentini.

LE PAGELLE DEL LECCE: GABRIEL 6,5: incolpevole sui gol, compie dei grandi interventi che riducono il passivo. RISPOLI 5: rimane annichilito dallo scambio tra Gosens e Zapata che comporta l’1-0. Col passare dei minuti appare sempre più in confusione, venendo saltato con poca difficoltà dagli avversari. LUCIONI 5: il gol della bandiera non può nascondere una prestazione opaca caratterizzata da una continua timidezza nel contrastare sia Zapata che Gomez. ROSSETTINI 5,5: meno peggio di Lucioni ma non comunque sufficiente. In diverse situazioni legge male i tempi di gioco lasciandosi superare soprattutto da Ilicic. CALDERONI 5,5: il migliore della retroguardia che prova a fare il suo ma non può che soccombere tra gli errori dei compagni. PETRICCIONE 5: gara negativa per il mediano che sbaglia diversi passaggi tra cui un paio di essi che sarebbero potuti essere fatali. FARIAS 5,5: sostituisce La Mantia ma non impensierisce la difesa avversaria. IMBULA 5: titolare un pò a sorpresa, sembra fuori dagli schemi e in grande difficoltà nel comunicare con i compagni. VERA S.V.: pochi minuti per l’esordiente venezuelano. MAJER 5,5: il carattere non manca mai ma anche lui é autore di una prestazione sottotono MANCOSU 5: isolato. Non riesce a trovare spazi adeguati e i suoi pochi tentativi non creano problemi alla Dea. FALCO 6: mette in mostra alcune sue giocate da grande talento ma i suoi numeri non bastano per abbattere il muro nerazzurro. LA MANTIA 6: lotta su diversi palloni e sfiora il gol sul finire del primo tempo. Fa spazio a Babacar dopo un’ora di gioco dignitosa. BABACAR 6: la sua qualità provoca l’ammonizione di Kjaer e un paio di buoni inserimenti in avanti ma non basta. LIVERANI 5,5: il calcio offensivo dei giallorossi ha messo in risalto il suo aspetto negativo rappresentato dagli evidenti spazi aperti lasciati in difesa. Il centrocampo traballa e, di conseguenza, la sconfitta é inevitabile contro squadre di questa caratura.

Marco Seclì