Allegri, ma non troppo.

Gaetano Tolomeo 27 settembre 2015 0 424 Visite Totali
Allegri, ma non troppo.

Non ho mai avuto un buon rapporto con lui, non mi ha mai fatto impazzire il suo modo di porsi nei confronti della stampa, non ho mai condiviso con lui pienamente idee tattiche, modo di gestire la partita e i rapporti con lo spogliatoio. Nemmeno mi sono mai fatto trasportare dai risultati dello scorso anno, anche se uno Scudetto, una Coppa Italia è una Finale di Champions non è da poco, direi che è tanta roba. Nemmeno i proclami e la campagna acquisti estiva mi hanno particolarmente entusiasmato, perdere  Pirlo, Vidal, Tevez e sostituirli con Lamina, Hernanes e Dybala non è il massimo diciamoci la verità. Ho sempre sostenuto che la Juventus di Allegri avrebbe sofferto della crisi del secondo anno, ma non sono nemmeno d’accordo con parte della stampa che ora, dopo averlo osannato, spara a 0 contro l’Allenatore Toscano, addirittura lo mette sulla graticola, dimenticandosi dello Scudetto, Coppa Italia e Champions League conquistata  pochi mesi fa’. Stesso trattamento viene riservato per l’Allenatore del Napoli Maurizio Sarri, criticato da stampa e tifosi quando non si vince e osannato quando si vince, io dico solo che l’Allenatore degli Azzurri e’ una persona molto preparata, grande Professionista, persona per bene e rispettosa, quindi merita fiducia e rispetto, ma sopratutto equità di giudizio.

Il Direttore

Gaetano Tolomeo